Partecipanti 2014

L’edizione 2014 del progetto “Multisense Discovery” racconta la storia di tre protagonisti: Isabel originaria dalla Colombia, Mirza proveniente dal Bangladesh e Alidad nato in Afghanistan. Tutti e tre sono in Alto Adige ormai da tempo e si sentono parte del territorio oltre che delle comunità di riferimento. Secondo i dati dell’ASTAT al 06/2014 gli stranieri residenti in Provincia di Bolzano sono 45.469, in cui però non sono contati coloro i quali hanno ottenuto la cittadinanza dopo dieci o più anni di residenza.

Difatti due dei partecipanti a questo progetto sono cittadini italiani a pieno titolo, parlano una o persino due lingue locali, hanno figli nati in Alto Adige, che solo a stento parlano la lingua d’origine dei propri genitori. Qualcuno è sposato con un autoctono, gli altri hanno creato o fanno parte di associazioni, fanno volontariato, pagano le tasse, votano e possono candidarsi alle elezioni. In quanto nuovi cittadini si considerano a giusto titolo parte integrante della società. Ciò vale spesso anche per i bambini o adolescenti cresciuti in Alto Adige, che hanno fatto proprie attitudini e abitudini del posto, ma a causa di lente procedure burocratiche, non hanno ancora potuto acquistare la cittadinanza.

Oltre ad essere mediatori della propria cultura d’origine, i partecipanti di questa mostra raccontano la propria storia d’integrazione, se e come sono riusciti a fondere, più o meno consapevolmente ed armonicamente, valori ed espressioni dei loro paesi d’origine e quelli del paese d’adozione. Di questi tempi, in cui la paura dinanzi a spinte globali porta molte persone a rinchiudersi dentro ambiti regionali monoculturali, i nuovi italiani o aspiranti tali possono forse illuminare la strada verso identità multiple creative e innovative.

I percorsi integrativi personali saranno presentati nella mostra e in modo più approfondito nelle serate d’incontro “Multi Talk” (consultare gli eventi), in cui i partecipanti stessi racconteranno in prima persona le proprie avventure e opinioni.

I partecipanti sono stati selezionati grazie ad un bando pubblico finanziato dal Comune e dalla Provincia di Bolzano. Per conoscerli meglio visita la pagina della Mostra Virtuale.

Le seconde generazioni

Chi sono invece i figli degli immigrati: Insiders o Outsiders? Cittadini o stranieri? Molti di questi giovani sono cresciuti in Alto Adige fin da quando erano piccolissimi, altri sono nati qui senza mai migrare da nessuna parte e senza aver conosciuto altri stili di vita.

Il documentario “Insiders-Outsiders” racconta in 30 minuti le sfide personali di questi giovani contro il muro di gomma della burocrazia e dell’indifferenza, ma anche della maniera in cui sono riusciti a ritagliarsi uno spazio all’interno di una società di per sé multietnica.

Leave a Reply!