Iran: archivio del paese

Qui puoi trovare i materiali raccolti sul paese: Iran

Lo scopo dell’archivio è quello d’incuriosire e far conoscere alcuni dei molteplici aspetti e significati cari alle popolazioni che animano questo paese, di certo non omogeneo, ma ricco di tradizioni e gente diversa.

Immagini

IMG_4852

Caricato da Mohsen Farsad

Copyright di Mohsen Farsad

Il ritmo delle stagioni

Sono ancora molti i nomadi che vivono in Iran ed i loro matrimoni sono caratterizzati dai colori e dalle danze tradizionali

Anno: 2008

Luogo: Regione di Fars

IMG_0076

Caricato da Mohsen Farsad

Copyright di Mohsen Farsad

La bellezza della calligrafia

E' molto comune l'uso della calligrafia nell'arte e nella architettura persiana

Anno: 2006

Luogo: Provincia di Kerman

Shiraz-Iran-i-pensieri-di-un-piccolo-lavoratore-2

Caricato da Luca Vasconi

Copyright di Luca Vasconi

I pensieri del piccolo lavoratore

Lo sguardo pensieroso di un bimbo alla fine di una lunga giornata lavorativa nella città di Shiraz. Sebbene sia difficile disporre di cifre precise, in Iran il lavoro minorile rappresenta un grave problema e molti bambini sono impiegati in campo lavorativo e sfruttati fin dalla tenera età.

Anno: 2010

Luogo: Shiraz

Shiraz-Iran-21-2

Caricato da Luca Vasconi

Copyright di Luca Vasconi

Le dispettose

Bimbe scherzano all'uscita da scuola nella città di Shiraz approfittando dell'assenza dell'insegnante. Seppur piccole le ragazzine devono già indossare il velo, indumento obbligatorio per le donne in Iran dalla rivoluzione islamica di Khomeini del 1979.

Anno: 2010

Luogo: Shiraz

Esfahan-Iran-ombre

Caricato da Luca Vasconi

Copyright di Luca Vasconi

Donna a passeggio

Riflessi e ombre di una donna a passeggio nella moschea di Jameh nella città di Isfahan.

Anno: 2010

Video

Caricato da sarahtrevisiol

Copyright di Licenza youtube

Mastan Ensamble – musica tradizionale chāmeh sarā’i

La coinvolgente musica del gruppo Mastan Ensamble sembra veramente rivelare qualcosa di mistico e devozionale. Lo stile da loro proposto, chāmeh sarā’i, prevede che la stessa persona scriva i testi poetici, componga la musica e canti dal vivo.

Anno: 2010

Luogo: Washington

Caricato da Sabri Najafi

Senza copyright

Sorna ye Nourouz

Il sorna è uno strumento musicale che si usa per dare le buone notizie e tutti i popoli iraniani lo utilizzano nelle loro cerimonie festive. Questo strumento si è diffuso in una vasta area che va dall'India al Nord Africa e durante il regno degli Achemenidi e dei Sasanidi. Oggi, possiamo trovare questo strumento in Armenia, Azerbaigian, Tagikistan, Turchia e in tutto il Medio Oriente.
Nelle feste il sorna viene accompagnato con gli altri instrumenti come il dohol, il dariyeh, il naghareh e il tonbak.
In questo video “Sornaye Nourouz” lo strumento annuncia il Nourouz, il Capodanno persiano che comincia con il primo giorno di Primavera.

Caricato da sarahtrevisiol

Senza copyright

The Dish – l’illegalità della parabola

L’incredibile documentario di Mohammad Rasoulof testimonia l’ossessione segreta degli iraniani per la TV satellitare, proibita ormai da anni dalla Repubblica Islamica. Nonostante ciò i dischi satellitari spuntano su ogni tetto di Teheran, in centro come in periferia, nei villaggi isolati circostanti o vicino alle tende dei pastori nomadi. Persino le irruzioni della polizia atte a preservare la popolazione dall’immoralità dell’estero, sembrano non poter fermare il forte desiderio di connessione con il resto del mondo.

Anno: 2009

Luogo: Teheran

Caricato da sarahtrevisiol

Senza copyright

Musica folk dei Bakhtiari

La popolazione Bakhtiari in origine nomade è una delle tante etnie che compone l’attuale Iran. Nel video sentiamo la travolgente ed emozionate musica del Rastak Ensemble.

Anno: 2009

Luogo: Balal

Caricato da sarahtrevisiol

Senza copyright

Mastan Ensamble – musica tradizionale chāmeh sarā’i

La coinvolgente musica del gruppo Mastan Ensamble sembra veramente rivelare qualcosa di mistico e devozionale. Lo stile da loro proposto, chāmeh sarā’i, prevede che la stessa persona scriva i testi poetici, componga la musica e canti dal vivo.

Anno: 2010

Luogo: Washington

Suoni

Caricato da sarahtrevisiol

Senza copyright

Pezhham Akhavass – tombak

Pezhham Akhavass è un incredibile artista di Teheran dai mille talenti: suona diversi strumenti, dipinge, scolpisce, è un calligrafo e lavora la ceramica. Qui una sua strepitosa performance sul tombak, considerato il principale strumento di percussioni della musica persiana.

Luogo: San Francisco

Caricato da multisense

Senza copyright

Musica classica persiana

La musica persiana classica ha origini molto antiche e ancora oggi ricopre un importante ruolo in Iran. Essa fonda la stimata arte della poesia ad una raffinata musica ricca di rimandi simbolici. In scena qui il maestro Nejad, Lloyd Miller e Shirzad Sharif.

Anno: 2008

Luogo: Isfahan

Caricato da multisense

Senza copyright

Rumore del ferro battuto nel bazar

Un rumore caratteristico dei bazar iraniani: il suono ripetitivo del rame battuto.

Anno: 2010

Luogo: Isfahan

Testi

Storia iraniana

Siete interessati alla storia dell'Iran? In queste pagine scritte da Reza Sadr troverete tantissime informazioni a questo proposito.

Cliccate sul link per scaricare il documento in pdf: Storia Iraniana

 

I tappeti persiani

Se volete conoscere tutto sui tappeti persiani potete scaricare dal link sottostante un libro che ne svela ogni segreto

I TAPPETI PERSIANI di Reza Sadr

Mevlana Jalauddin Rumi, il poeta mistico più famoso del mondo Sufi è originario di Balkh, in Afghanista. Viaggiò per tutto l'ovest e gli ultimi anni della sua vita visse a Konya, in Turchia. Le sue poesie mistiche sono conosciute in tutto il mondo.

بشنو از نی Ascolta il Ney, tradotto in lingua italiana

Ascolta il ney , com'esso narra la sua storia,
com'esso triste lamenta la separazione:
Da quando mi strapparono dal canneto,
ha fatto piangere uomini e donne il mio dolce suono!
Un cuore voglio, un cuore dilaniato dal distacco dall'Amico,
che possa spiegargli la passione del desiderio d'Amore;
Perché chiunque rimanga lungi dall'Origine sua,
sempre ricerca il tempo in cui vi era unito.
Io in ogni assemblea ho pianto le mie note gementi
compagno sempre degli infelici e dei felici.
E tutti si illusero, ahimè, d'essermi amici,
e nessuno cercò nel mio cuore il segreto più profondo.
Eppure il segreto mio non è lontano, no, dal mio gemito:
sono gli occhi e gli orecchi che quella Luce non hanno!
Non è velato il corpo dall'anima, non è velata l'anima dal corpo:
pure l'anima a nessuno è permesso di vederla.
Fuoco è questo grido del ney, non vento;
e chi non l'ha, questo fuoco, ben merita di dissolversi in nulla!
E'il fuoco d'Amore ch'è caduto nel ney,
è il fervore d'Amore che ha invaso il vino mey).
Il ney è compagno fedele di chi fu strappato a un Amico;
ancora ci straziano il cuore le sue melodie.
Chi vide mai come il ney contravveleno e veleno?
Chi come il ney mai vide un confidente e un'amante?
Il ney ci narra d'un sentiero tutto rosso di sangue,
ci racconta le storie dell'amor di Majnun:
Solo a chi è fuori dai sensi questo senso ascoso è confidato
la lingua non ha altri clienti che l'orecchio.
Nel dolore, importuni ci furono i giorni,
i giorni presero per mano tormenti di fuoco;
Se i nostri giorni passarono, dì: Non li temo!
Ma Tu, Tu non passare via da Noi, Tu che sei di tutti il più puro!
Ma lo stato di chi è maturo nessun acerbo comprende;
breve sia dunque il mio dire. Addio!

Poesia di Saadi Shirazi

بنی آدم اعضای یک پیکرن
که در آفرينش ز یک گوهرند
چو عضوى به درد آورد روزگار
دگر عضوها را نماند قرار
تو کز محنت دیگران بی غمی
نشاید که نامت نهند آدمی

I figli di Adamo sono dalle origini gli uni con gli altri
come i membri di un’anima sola, di una stessa essenza.
Se un membro è raggiunto dal dolore
gli altri membri non rimangono sereni.
Se il dolore degli altri ti lascia indifferente
è impensabile che tu possa chiamare te stesso essere umano.