Afghanistan: archivio del paese

Qui puoi trovare i materiali raccolti sul paese: Afghanistan

Lo scopo dell’archivio è quello d’incuriosire e far conoscere alcuni dei molteplici aspetti e significati cari alle popolazioni che animano questo paese, di certo non omogeneo, ma ricco di tradizioni e gente diversa.

Immagini

Spiacenti!

Non ci sono immagini per Afghanistan

Video

Caricato da multisense

Copyright di Mikai Danger Karl

Afghanistan

Purtroppo l’Afghanistan negli ultimi anni è balzato agli onori della cronaca solo per le tante guerre e difficoltà interne, mentre non vi sono accenni all’incredibile varietà di culture e tradizioni locali, i calorosi sorrisi e l’infinita bellezza della natura selvaggia.

Anno: 2014

Caricato da multisense

Copyright di Miriam Peretz

Miriam Peretz

Una performance di danza tradizionale afghana eseguita da Miriam Peretz

Anno: 2009

Caricato da multisense

Copyright di Kachalu Hamed

Musica herati

Suggestivo concerto di musica popolare herati con cantanti professionisti.

Anno: 2013

Caricato da multisense

Copyright di 143BandMusic

Una rapper a Kabul

Una giovane ragazza di Kabul, Paradise Sorouri, ha deciso di far sentire la sua voce e di esprimere la sua rabbia per la violenza contro le donne attraverso delle canzoni hip-hop.

Anno: 2013

Caricato da multisense

Copyright di Mountain2Mountain

Strade dell’Afghanistan

Shannon Galpin ha creato una fondazione che organizza esposizioni fotografiche nelle strade di Kabul. L’arte di strada diventa una forma di attivismo, ma soprattutto offre alla gente locale di vedere la bellezza della propria terra e insegna a difenderla da futuri soprusi.

Anno: 2013

Suoni

Spiacenti!

Non ci sono suoni per Afghanistan

Testi

Nan, il pane afghano

500 g farina
150 ml yoghurt
150 ml latte tiepido
1uovo
2 ½ cucchiai di zucchero
2 cucchiai d’olio
40 g lievito
un po’ di sale

Versate il latte tiepido in una ciotola capiente e aggiungete il lievito e ½ cucchiaio di zucchero. Lasciate riposare l’impasto per 20 minuti in un luogo caldo. Poi aggiungete la farina con il sale e 2 cucchiai di zucchero e mescolate bene. Sbattete l’yogurt assieme all’uovo e aggiungetelo assieme all'olio nella ciotola. Ora dovete lavorare bene l’impasto per 10 minuti fino a quando non sarà morbido e liscio. Formate una palla con l'impasto e rimetterlo nella ciotola, spennellandolo d’olio. Lasciate poi riposare la palla d’impasto per circa 1 ora fino a quando si sarà raddoppiata. A quel punto potete riprendere l’impasto e lavorarlo per bene, dividerlo in 6 porzioni e coprirlo successivamente con un telo da cucina. Cospargete un po’ di farina sul vostro piano di lavoro e da ogni porzione d’impasto formate con il palmo una frittella. State attenti a lasciare il bordo un po’ più spesso del centro. In una padella antiaderente molto calda (a seconda del gusto potete aggiungerci del grasso oppure no), ponete l’impasto e lasciatelo rosolare da ogni lato finché formerà delle bolle. Il vostro nan a questo punto sarà pronto per essere servito.

Il gusto caratteristico del nan in realtà si ottiene solo grazie alla cottura sulla brace aperte nel apposito tandur, il forno da pane afghano.